Marketing digitale, è sempre vincente?

il marketing digitale È SEMPRE UNA STRATEGIA VINCENTE?

L’uso eccessivo del marketing digitale può rivelarsi spesso una cattiva idea. E’ quanto emerge da uno studio, secondo cui il 57% dei consumatori è disposto a interrompere ogni tipo di rapporto con aziende che li inondano di email pubblicitarie; mentre il 63% dichiara di spendere meno nell’acquisto di prodotti di queste aziende.

Qualche dato in più

Le informazioni che le aziende inviano via email ai loro clienti si traducono quindi in un clamoroso autogol.

Questi dati sono tratti da “Communication crackdown”, una recente ricerca realizzata da Coleman Parkes Research e promossa da Ricoh Europe.

Altra curiosità: il 10% degli intervistati si è addirittura rivolto a un’autorità pubblica per non essere più disturbato.

La pioggia di informazioni inutili, secondo il campione della ricerca, ha causato danni concreti nel rapporto con le aziende.

Il 25% ha affermato di non avere rispettato scadenze poiché l’avviso di pagamento si è perso nella confusione dell’email.

Mentre il 34% non è riuscito a comprendere un servizio proposto, il 37% non si è avvalso di offerte vantaggiose.

Case History: Banca BPER

Non sempre però l’email marketing è sinonimo di una cattiva strategia di promozione digitale.

Il caso riguarda la Banca BPER che ha scelto di avvalersi di una soluzione di invio email.

Si è ottenenuto un alto tasso di recapito grazie a funzioni avanzate relative alla profilazione.

CREDITS SPOTANDWEB.IT

Dopo aver valutato diverse proposte presenti sul mercato, l’Istituto ha scelto come partner tecnologico MailUp.

Le funzioni di segmentazione avanzata hanno permesso a BPER di lanciare una campagna mirata a tutti i clienti che avevano l’internet banking.

La campagna si è sviluppata in quattro fasi:

  • email per illustrare i vantaggi del servizio di internet banking
  • fase di analisi dei report statistici
  • invio di un SMS a tutti i clienti che hanno fatto registrare errori di recapito nel primo invio
  • email di recall a tutti i destinatari che non avevano aperto la prima comunicazione

In questo modo gli utenti internet banking attivati da BPER sono cresciuti del 7%,  il tasso di aperture e il tasso di clic hanno segnato rispettivamente un miglioramento del +42,1% e del  +12,7%.

Conclusioni

Tutti questi dati dovrebbero fare riflettere sull’utilizzo del marketing digitale. Evidentemente, molte aziende, ingannate dalla facilità e dai bassi costi della comunicazione via email col pubblico, continuano ad adottare un approccio quantitativo, inviando senza criterio ogni tipo di comunicato, al posto di puntare su informazioni mirate e soprattutto, segmentate.